Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ECONOMIA & FINANZA - Comunicati stampa
sabato, 11 marzo 2017

sabato, 11 marzo 2017

AUMENTO IVA, CODACONS: IN CASO DI RITOCCO DELLE ALIQUOTE MAXI-STANGATA DA 791 EURO A FAMIGLIA



INCREMENTI IVA DEL 2011 E 2013 HANANO AVUTO EFFETTI DISASTROSI SU CONSUMI








Se attuati, gli aumenti delle aliquote Iva massacreranno le famiglie e i consumi, determinando, solo per costi diretti, una maxi-stangata complessiva pari a +791 euro annui a famiglia. Lo afferma il Codacons, commentando l’allarme lanciato oggi da Confesercenti.
“Nel nostro paese l’Iva ha già subito di recente due incrementi, con effetti disastrosi per le tasche delle famiglie e per i consumi: dal 20 al 21% nel settembre 2011 con un aggravio medio di spesa pari a +290 euro annui a famiglia; dal 21 al 22% nel 2013 con maggiore spesa pari a +209 euro a famiglia su base annua, per una stangata media da +499 euro annui a famiglia solo di costi diretti – prosegue Rienzi -  Il gettito per le casse dello Stato è risultato tuttavia inferiore alle aspettative, perché i consumatori hanno reagito al rincaro dei prezzi riducendo la spesa”.
“Il Governo deve a tutti i costi evitare nuovi ritocchi delle aliquote e ulteriori rincari delle accise sulla benzina, perché gli indicatori economici hanno dimostrato che provvedimenti di questo tipo hanno effetti depressivi sui consumi, determinando un danno per l’economia nazionale” – conclude il presidente Codacons.




Sezioni: Comunicati stampa
Aree: ECONOMIA & FINANZA
Parole chiave: iva, aumento, aliquote, consumi