Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
BANCA - Comunicati stampa
martedì, 10 gennaio 2017

martedì, 10 gennaio 2017

BANCHE: SU NOMI DEBITORI CODACONS PRESENTA ISTANZA D’ACCESSO A BANKITALIA E MINISTERO DELL’ECONOMIA



RISPARMIATORI TRADITI HANNO DIRITTO DI SAPERE. TRASPARENZA E’ RICONOSCIUTA DALLE NORME





Allo scopo di svelare i nomi dei debitori insolventi delle banche, il Codacons annuncia una istanza d’accesso al Ministero dell’Economia, Banca d’Italia, Monte dei Paschi di Siena, Banca Popolare di Vicenza, Veneto Banca, e le nuove banche Etruria, Marche, Carife e Carichieti.
“E’ giunto il momento di rendere noti i nomi di quei soggetti che non hanno saldato i debiti con le banche salvate dallo Stato o attraverso l’azzeramento dei titoli subordinati – spiega il presidente Carlo Rienzi – E’ diritto dei risparmiatori traditi conoscere l’identità dei debitori insolventi, anche ai fini di possibili azioni della magistratura, e in tal senso stiamo per presentare una apposita istanza d’accesso al Ministero dell’economia e Bankitalia, oltre che agli istituto di credito interessati”.
Alla base dell’iniziativa dell’associazione, il diritto alla trasparenza riconosciuto in Italia dalla legge 241/90, e che consente al Codacons che in Italia rappresenta il maggior numero di risparmiatori danneggiati tra Mps, Etruria, Bpvi, ecc., di attivarsi in tal senso a difesa dei propri assistiti.
“Una volta ottenuti i nomi dei debitori, sarà nostra cura renderli pubblici e valutare le dovute azioni legali da intraprendere a tutela dei piccoli investitori danneggiati” – conclude Rienzi.



Sezioni: Comunicati stampa
Aree: BANCA
Parole chiave: debitori , banche, mps, carlo rienzi, risparmiatori