Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ECONOMIA & FINANZA - Comunicati Stampa Consumernews
giovedì, 1 aprile 2010

giovedì, 1 aprile 2010

PER LIMITARE I FORTI RINCARI ALLA POMPA

Per limitare la corsa selvaggia dei prezzi dei carburanti, è necessario eliminare l'indicazione dei millesimi dai listini alla pompa. Lo afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, che spiega: "Tutti i prezzi in Italia sono indicati in centesimi, ad eccezione dei carburanti, i cui listini vengono espressi in millesimi. Tale circostanza da una parte rende più confusa e meno immediata la percezione dei prezzi di benzina e gasolio da parte degli utenti, dall'altra rende i listini maggiormente ballerini. Chiediamo quindi un intervento da parte del Governo per eliminare in tempi brevi i millesimi dall'indicazione dei prezzi nel settore dei carburanti, così da aumentare la concorrenza e la trasparenza in favore dei consumatori'.
"I forti rincari registrati in queste ore per benzina e gasolio, che fanno si che un pieno costi oggi oltre 10 euro in più rispetto allo scorso anno, avranno ripercussioni pesantissime sulle tasche delle famiglie - prosegue Rienzi - determinando un aggravio generalizzato di prezzi e tariffe e una maggiore spesa tra costi diretti e indiretti quantificabile in circa 200 euro ad automobilista su base annua'.

 



Sezioni: Comunicati Stampa Consumernews
Aree: ECONOMIA & FINANZA
Parole chiave: aumenti, automobilisti, benzina, carburanti, carlo rienzi, gasolio, governo, listino, prezzo