Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ENERGIA - Rassegna Stampa
domenica, 19 marzo 2017
Corriere Adriatico

domenica, 19 marzo 2017

Blackout da paura: 20 milioni dall' Enel


il gruppo presenta un piano straordinario per riammodernare la rete elettrica delle marche investimenti biennali nelle aree rimaste isolate e senza luce nei giorni della tempesta di neve




IL PIANO ANCONA Un' emergenza, dopo l' altra: prima il terremoto, poi la neve. E poi un' emergenza dentro l' altra: il terremoto e la neve insieme, in un accavallarsi di eventi che hanno messo in ginocchio - semmai non bastasse il sisma - le aree intene delle Marche. Ma a gennaio, oltre alle calamità naturali ci ha messo lo zampino anche l' inadeguatezza della rete elettrica delle zone colpite dal maltempo che nel giro di poche ore sono rimaste al buio e isolate per giorni. In un attimo, mercoledì 18 gennaio, 30mila utenze hanno dovuto subire un blackout da paura che in alcune frazioni si è protratto in maniera preoccupante, tanto da spingere la Regione a rivolgersi alla procura e a diffidare l' Enel per interruzione di pubblico servizio. Allo stesso tempo il Codacons ha annunciato una class action e un' azione risarcitoria nei confronti del ente. Gli investimenti Tempo due mesi ed e-distribuzione - società del Gruppo Enel gestore della rete elettrica - ha approntato un piano di investimenti straordinari per il biennio 2017-2018. Lavori di ammodernamento della rete per un totale di 20 milioni di euro. Allo stesso tempo ha predisposto una serie di interventi specifici e mirati per migliorare la resilienza della rete elettrica. Le opere sono particolarmente concentrate nelle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, territorio che hanno subìto i maggiori disagi per il maltempo. L' azienda - si legge in una nota - ha pianificato la ricostruzione di linee di media tensione con cavi aerei isolati in sostituzione del conduttore nudo, più resistenti ad avvenimenti climatici di forte impatto sulla rete. Vertice in Regione Ieri ad Ancona l' incontro tra l' assessore regionale alla Protezione civile Angelo Sciapichetti e una rappresentanza del gruppo Enel guidata da Debora Stefani, responsabile e-distribuzione Area Nord e Donato Leone, responsabile Affari istituzionali territoriali Italia per fare il punto della situazione. I rimborsi I responsabili di Enel, su richiesta della Regione Marche, hanno presentato una bozza di piano degli interventi da effettuare sulla rete elettrica nelle aree colpite dal maltempo di gennaio, consistenti in investimenti straordinari e in attività a favore dei cittadini marchigiani. «Già a partire dal mese di marzo - prosegue la nota - il Gruppo Enel ha avviato un presidio itinerante per offrire assistenza ai cittadini marchigiani su richieste di indennizzi extra e rimborsi di eventuali danni, oltre a quelli automatici previsti dall' Autorità per l' energia elettrica e il gas: si tratta di ufficio mobile a quattro ruote che entro la fine del mese farà tappa in 25 Comuni nelle province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Ancona». L' iniziativa ha già raccolto 1.200 richieste. «Sulla base di quanto verrà definito nell' ambito del tavolo sulla resilienza della rete elettrica nazionale con l' Autorità per l' energia, Enel dettaglierà ulteriormente nelle prossime settimane gli interventi previsti nelle Marche». mtb © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 
 



Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: ENERGIA
Parole chiave: Blackout , enel, terremoto, marche, class action
Testate: Corriere Adriatico