Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
CLASSACTION - Codacons in azione
giovedì, 12 gennaio 2017

giovedì, 12 gennaio 2017

CAOS MAXI-CONCORSO DEI VIGILI URBANI: IL CODACONS A TUTELA DEI PARTECIPANTI ALLA PROVA DI SELEZIONE

Dopo le indiscrezioni di stampa, che riportano gravi irregolarità nelle procedure, l'Associazione mette a disposizione dei candidati la nomina di persona offesa: il primo passo per costituirsi parte civile nel processo ed essere risarciti



I FATTI. Il caso è esploso in seguito a un articolo di stampa: per il maxi-concorso dei vigili urbani, indetto dal Campidoglio addirittura nel 2010, sembra non esserci pace. Non bastavano le buste trasparenti in controluce, i guai giudiziari di alcuni protagonisti e le pronunce del TAR: a quanto sembra, i voti riportati sui compiti dei 2.671 candidati, in ben 42 casi, sono diversi da quelli riportati nel verbale ufficiale redatto dalla stessa Commissione esaminatrice.

I VOTI. Le valutazioni scritte a penna sui compiti, quindi, non coincidono con quelle del verbale: un accadimento gravissimo, ma che il Comune per il momento riconduce a un “presumibile errore materiale”. C'è però il rischio che questa “discrasia”, come è stata definita, riveli il tentativo di manipolare i risultati della prova. Non sarebbe, d'altra parte, una novità: la Procura di Roma, a suo tempo, iscrisse quattro poliziotti della municipale nel registro degli indagati con l'accusa di aver documentato il falso.

L’INIZIATIVA CODACONS. L’Associazione ha deciso di attivarsi direttamente a tutela dei principi di imparzialità, parità di trattamento, correttezza e trasparenza della P.A. Per questo, ha presentato nomina di persona offesa alla Procura di Roma.

Non solo: il Codacons interviene a tutela dei candidati, che avrebbero subito un danno se le indiscrezioni di stampa fossero confermate. Per questo, l'Associazione mette a disposizione di tutti coloro che hanno partecipato alla prova scritta svoltasi il 21 dicembre del 2012 presso la Nuova Fiera di Roma la nomina individuale.

Per coloro che si iscriveranno (inviando un sms, al costo di 2,03 Euro*, al numero 4892892 con il testo 203 CODACONS 2017), l’inoltro di tale atto alla Procura indagante permette di essere correttamente e puntualmente informati circa gli eventuali rinvii a giudizio ed è il primo passo per costituirsi, poi, parte civile nel processo ed essere risarciti.


Cliccando qui è possibile effettuare l’iscrizione e ricevere, dopo la compilazione di un apposito form, la tessera di iscrizione al CODACONS e la nomina di persona offesa.


*Parte del ricavato ci permetterà di sostenere l’Associazione Mary Poppins (http://www.assomarypoppins.it), impegnata al fianco dei bambini del reparto di oncologia pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma, e l'Istituto Internazionale di Scienze Mediche Antropologiche e Sociali (I.I.S.M.A.S. www.iismas.it) attivo nel campo della ricerca medica a favore delle popolazioni più povere dell’Africa, dell’America Latina e del Sud-Est asiatico.





Sezioni: Codacons in azione
Aree: CLASSACTION
Parole chiave: fiera di roma, concorso vigili urbani, maxi-concorso vigili, maxiconcorso