Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
CARTELLE PAZZE - Codacons in azione
venerdì, 12 settembre 2014

venerdì, 12 settembre 2014

HAI PAGATO UNA CARTELLA ESATTORIALE, NEGLI ULTIMI 10 ANNI, A SEGUITO DI UNA MULTA NON PAGATA PER VIOLAZIONE CODICE DELLA STRADA?

AGISCI SUBITO CON IL CODACONS PER RICHIEDERE IL RIMBORSO DELLE MAGGIORAZIONI APPLICATE ILLEGITTIMAMENTE DALL’ENTE IMPOSITORE (COMUNE) E DALL’AGENTE DELLA RISCOSSIONE (TIPO EQUITALIA)!!



MA QUANTI SOLDI PUOI RECUPERARE??

Facciamo un esempio:

Il sig. Fantozzi (chiamiamolo così per rispetto della privacy) ha ricevuto (come da immagine sotto) una cartella esattoriale del importo di €. 835,00, per una multa non pagata di euro 250. Certamente il nostro amico è da condannare per aver violato il codice della strada ma… questo non legittima certamente l’applicazione da parte del Comune e di Equitalia di una doppia sanzione assolutamente illegittima!

Infatti, oltre alla multa più che raddoppiata, il Comune applica anche le “maggiorazioni previste dall’art. 27 della legge 689/81” (nel caso del Sig. Fantozzi ben 298,34 euro!!) Ma tali maggiorazioni sono assolutamente illegittime, pertanto, il Sig. Fantozzi ha diritto ad ottenere il rimborso di 298,34 euro (oltre il rimborso di quota parte del cosiddetto “aggio” che Equitalia dovrà calcolare!)

Codacons

 

COSA PUOI FARE ALLORA SE ANCHE TU SEI CADUTO NELLA “TRAPPOLA” DEL SIG. FANTOZZI?

 

EQUITALIA, ABBI PIETA’!!!!!

Codacons

“NON FACCI LA MERDACCIA”… AGISCI ANCHE TU CON IL CODACONS!!!

 

Parte un’altra grandissima iniziativa del Codacons che, come sempre, si schiera al fianco dei consumatori/contribuenti.

 

AGISCI SUBITO PER RECUPERARE LE MAGGIORAZIONI PAGATE, APPLICATE ILLEGITTIMAMENTE ALLE CARTELLE ESATTORIALI PER MULTE IN VIOLAZIONE DEL CODICE DELLA STRADA!

(a questa azione possono partecipare solamente contribuenti che hanno già pagato la cartella esattoriale, arrivata a seguito di multa per violazione al codice della strada. Multa mai pagata o pagata dopo i 60 giorni dalla notifica, ed avverso la quale non è stato presentato ricorso al Prefetto).

 

ISCRIVITI AL CODACONS AL COSTO DI 30 EURO E RICEVI GRATUITAMENTE GLI ATTI E LE ISTRUZIONI PER RICHIEDERE IL RIMBORSO DI QUANTO TI E’ STATO ILLEGITTIMAMENTE SOTTRATTO!

 

Controlla immediatamente se, assieme alla sanzione prevista per il mancato pagamento della multa, hai pagato anche le “maggiorazioni previste dall’art. 27 della legge 689/81”

Tali maggiorazioni sono illegittime e ti devono essere restituite!!!

AGISCI SUBITO ADERENDO ALL’AZIONE, PER RIPRENDERTI TUTTI I SOLDI CHE HAI INGIUSTAMENTE PAGATO!

Numerose sentenze della Corte di Cassazione parlano chiaro!!!

La Cassazione ha infatti dichiarato illegittima l’applicazione, da parte degli enti impositori e del Concessionario del Servizio di Riscossione,  di un doppia sanzione (aumento della sanzione, ex art. 203 C.d.S.,  fino alla metà del massimo edittale + maggiorazione ex art. 27 co. 6 l. 689/81) per un medesimo fatto (ritardo nel pagamento).  

Difatti, sia la Suprema Corte di Cassazione  e sia i giudici di pace  (Cfr.   Cass. Civ., Sez. II, 16 febbraio 2007 n. 3701; Cass.  Civ., Sez. II, 22/10/2009, n. 22397; Cass.  Civ., Sez. II, 23/09/2010, n. 20084; Giudice di Pace di Bari, Sez. VI, 18/05/2010, n. 4184; Giudice di pace Lugo, 19/06/2002; Giudice di pace di Castellammare di Stabia, n.2920 /05),  hanno ritenuto che le anzidette maggiorazioni di cui al cit. art. 27 co. 6 l. 689/81, qualora iscritte a ruolo sulla base di verbali esecutivi relativi a violazioni del C.d.S., non sono assolutamente dovute, siccome l'art. 203 C.d.S., in deroga alle disposizioni di cui all’art. 17 della l. n.689/81,  prevede espressamente che, qualora non sia stato proposto ricorso al Prefetto (n.d.r.: o, in alternativa, al Giudice di Pace) e non sia avvenuto il pagamento in misura ridotta, il verbale costituisce titolo esecutivo soltanto per una somma pari alla metà del massimo della sanzione amministrativa edittale e per le spese di procedimento.

Ci troviamo  di fronte ad una irragionevole ed illegittima  applicazione di una doppia sanzione per un medesimo comportamento (ritardo nel pagamento), dal momento che  la maggiorazione del 10% semestrale di cui  al 6° comma dell'art. 27 l. 689/81, avendo già di per sé  funzione sanzionatoria  e non risarcitoria (Cfr., sul punto, Corte costituzionale n. 308/1999) ed essendo stata prevista in via generale per tutte le sanzioni amministrative, qualora applicata alle contravvenzioni al C.d.S., andrebbe inammissibilmente ad aggiungersi alla sanzione  già prevista, dal art. 203  C.d.S., per il ritardato pagamento di queste ultime, con conseguente violazione del principio di specialità di cui all'art. 9  stessa l. 689/81  (secondo cui, quando uno stesso fatto è punito da una disposizione penale e da una disposizione che prevede una sanzione amministrativa, ovvero da una pluralità di disposizioni che prevedono sanzioni amministrative, si applica la disposizione speciale).

PERTANTO ORA FAI MOLTA ATTENZIONE:

per partecipare all’azione devi controllare alcune cose importanti:

1) Ti è arrivata una cartella esattoriale, negli ultimi 10 anni, E L’HAI GiA’ PAGATA, per una multa presa in violazione del codice della strada;

2) La multa per violazione al codice della strada, all’epoca dei fatti, non era stata pagata o era stata pagata dopo i 60 giorni dalla notifica, né è stato fatto ricorso al Prefetto;

3) Nella specifica degli importi dovuti, oltre alla sanzione, deve essere presente la scritta “maggiorazioni previste dall’art. 27 della legge 689/81”;

4) Devi avere il bollettino di pagamento della cartella esattoriale

 

CLICCA QUI  per AVERE:

1) IL FAC-SIMILE DELL’ISTANZA DI RIMBORSO CHE DOVRAI COMPILARE CON I TUOI DATI ANAGRAFICI E CON IL NUMERO DELLA CARTELLA ESATTORIALE CHE HAI GIA’ PAGATO;

2)   IL FAC-SIMILE DELL’ATTO DI CITAZIONE CHE DOVRAI COMPILARE CON I TUOI DATI ANAGRAFICI E CON IL NUMERO DELLA CARTELLA ESATTORIALE CHE HAI GIA’ PAGATO  

versando come contributo all’Associazione TER.MIL.CONS., ente delegato dal CODACONS, la somma di €. 30,00, comprensiva dell’iscrizione al Codacons come socio aggregato 

 

CHE SUCCEDE DOPO CHE TI ISCRIVI?

 

  • Successivamente all’iscrizione, dopo il versamento dell’importo previsto, TI verranno inviati, all’indirizzo e-mail da te fornito (obbligatorio per partecipare all’azione):
    • l’istanza di rimborso che dovrai compilare solamente per quanto riguarda i destinatari (COMUNE dove hai preso la multa, indicato nella cartella esattoriale, ed ENTE RISCOSSORE DEI TRIBUTI, tipo Equitalia, Tributitalia, ecc..);
    • L’istanza dovrà essere da te inviata, con raccomandata a/r ai due destinatari (Comune ed Ente per la riscossione dei tributi);
    • Se non riceverai nessuna risposta, o una risposta negativa, potrai agire davanti al Giudice di Pace;
    • l’atto di citazione con tutte le indicazioni allegate per presentarlo (se necessario – E QUINDI SE NON HAI OTTENUTO IL RIMBORSO CON LA SOLA PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA) al Giudice di Pace senza assistenza di un avvocato (se devi recuperare meno di 1.100 euro). TI RICORDO CHE PER ADIRE L’AUTORITA’ GIUDIZIARIA DOVRAI VERSARE IL CONTRIBUTO UNIFICATO DI €. 37,00.

NON ATTENDERE OLTRE,

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI SUBITO AL CODACONS
E  PER RECUPERARE GLI IMPORTI VERSATI ILLEGITTIMAMENTE


N.B. L’iscrizione come socio aggregato dà diritto ad avere i moduli sopraindicati e non assistenza ulteriore per la compilazione o per seguire la pratica successivamente.

 Per info e supporto sono a conoscenza che potrò rivolgermi ai consulenti del Codacons  al numero a pagamento 892007 , numero unico CODACONS  (CLICCARE QUI per i costi del servizio).




Sezioni: Codacons in azione
Aree: CARTELLE PAZZE, ECONOMIA & FINANZA, COME DIFENDERSI, CLASSACTION
Parole chiave: equitalia, cartelle esattoriali