Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |
INCONTRI & CONVEGNI - Rassegna Stampa
mercoledì, 5 ottobre 2011
Messaggero Veneto

mercoledì, 5 ottobre 2011

Caso Bidoli, all' asta gli appartamenti
 

 Caso Bidoli. Asta giudiziaria ieri per sei appartamenti per il complesso condominiale "Alle Magnolie" a Paderno già gravati da ipoteche presso il notaio Giovanna Menazzi. Si è trattato della terza vendita all' incanto degli alloggi messi all' asta dopo la dichiarazione di fallimento dell' impresa. La vicenda ha visto diverse famiglie acquistare, in regime di edilizia convenzionata, la prima casa, nel condominio Le Magnolie, in via Pallanza 101 (ma il caso si estende anche a fabbricati a San Giovanni al Natisone e a San Vito al Tagliamento), senza sapere che su di esse gravavano ipoteche estranee alla compravendita. Ed è proprio in difesa di queste famiglie che si è mobilitata Assocasa attraverso il responsabile provinciale Mauro Chirizzi. «La truffa e il conseguente fallimento di Bidoli - ha spiegato lo stesso Chirizzi -hanno cancellato il principio sancito dalla legge regionale sull' edilizia convenzionata. Uno dei 6 appartamenti è occupato da una famiglia con bambini piccoli, di cui uno invalido che ha versato ben 100 mila euro nelle mani di Diego Bidoli. Una famiglia sulla quale incombe l' ombra dell' ordinanza di sloggio». Degli immobili inizialmente occupati dalle famiglie alle quali Bidoli , dopo la firma del contratto preliminare o il versamento di un acconto, aveva consegnato le chiavi di casa, infatti, soltanto uno risulta ancora abitato senza titolo. E in vista dell' udienza del 19 ottobre del processo a carico di Diego Bidoli, già amministratore unico della Bidoli Spa e della Bidoli srl e attuale titolare della Bidoli ditta individuale, accusato dell' ipotesi di reato di truffa, Assocasa annuncia l' intenzione di costituirsi parte civile. Già nelle udienze precedenti il giudice Carla Missera ha accolto le richieste di costituzione di parte civile delle parti offese Alessia Perrone e Orietta Moro (rappresentate dall' avvocato Bruno Garlatti, di Gorizia), Lorenzo Zanetti (avvocato Luca Beorchia), e dal Codacons di Udine (avvocato Nicola D' Andrea). Chirizzi ha annunciato anche un incontro pubblico per il lunedì 17 alle 11 nella sede del Codacons in via Gorghi dove l' associazione parlerà del caso Bidoli ma presenterà anche il libro bianco sulla "malaedilizia". Nell' occasione Assocasa proporrà che venga prevista per legge la possibilità da parte della associazioni preposte di assistere le famiglie nelle procedure di acquisto da parte delle famiglie in regime di edilizia agevolata. (a.c.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA.


Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: INCONTRI & CONVEGNI
Parole chiave: assocasa, bidoli
Testate: Messaggero Veneto