Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
CLASSACTION - Comunicati Stampa Consumernews
venerdì, 1 gennaio 2010

venerdì, 1 gennaio 2010

IL CODACONS E IL SUO PRESIDENTE CARLO RIENZI CHIAMANO IN GIUDIZIO LE BANCHE PER LE COMMISSIONI ANOMALE DENUNCIATE DALL'ANTITRUST





Sara' il Codacons a presentare la prima class action italiana, che riguardera' il settore bancario. Proprio oggi - data di entrata in vigore dell'azione collettiva nel nostro paese - il Codacons ha notificato due citazioni in Tribunale contro due colossi bancari: Unicredit e Intesa Sanpaolo.
Firmatario della prima class action il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, che apre cosi' la strada a migliaia di correntisti intenzionati a far valere i propri diritti contro i due istituti di credito.
L'azione del Codacons poggia sulle rilevazioni dell'Antitrust secondo le quali le banche avrebbero compensato l'eliminazione della Commissione di massimo scoperto introducendo nuove e piu' costose commissioni a carico degli utenti, anche 15 volte piu' care rispetto al massimo scoperto. Comportamento illegittimo che produce un danno economico ingente ai consumatori, come dimostrato anche dall'Autorita' della concorrenza e del mercato. Di qui la class action notificata al Tribunale di Torino (per Intesa SanPaolo) e a quello di Roma (per Unicredit) contro le due maggiori banche italiane. Se i giudici dovessero accogliere le istanze dell'associazione, migliaia di correntisti dei due istituti potranno aderire alla class action chiedendo di essere risarciti per le maggiori spese sostenute e senza necessita' di rivolgersi al Giudice. La somma richiesta in giudizio dai correntisti si calcola che sara' pari a 1 miliardo di euro per ciascuna banca.
Tutti coloro che dispongono di un conto corrente bancario presso i due istituti, possono fornire una preadesione all'azione collettiva, compilando l'apposito modulo che riceveranno inviando una mail a commissionibancarie@codacons.it e devono conservare gli estratti conto della loro banca come prova del danno subito.
"Si tratta della prima azione collettiva in Italia sulla base del Codice del consumo - ha commentato l'avv. Carlo Rienzi - speriamo serva per disincentivare i colossi economici a fare scorrettezze gravi contro i consumatori che per pochi euro non farebbero mai causa individualmente, anche se la mancanza di forti sanzioni come avviene negli USA rende questo strumento poco incisivo ed efficace'.



 


Sezioni: Comunicati Stampa Consumernews
Aree: CLASSACTION
Parole chiave: antitrust, azione collettiva, class action, commissioni, intesa sanpaolo, massimo scoperto, tribunale torino, unicredit