Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ENERGIA - Rassegna Stampa
mercoledì, 13 luglio 2016
La Sicilia

mercoledì, 13 luglio 2016

Codacons si rivolge ai pm dopo aumenti di luce e gas




t. t.) Il Codacons ha presentato anche alla Procura di Enna un esposto per l' ipotesi di reato di aggiotaggio a seguito dei recenti aumenti delle tariffe luce e gas, scattati lo scorso 1 luglio. L' associazione dei consumatori ha denunciato alle 9 procure siciliane, le percentuali degli aumenti. «L' elettricità - sostiene - è rincarata del 4,3% e il gas dell' 1,9%. Sono attribuibili a speculazioni sul mercato dell' energia, che determinano incrementi delle bollette e un aggravio di spesa per le famiglie». In contemporanea il Codacons lancia anche una mega class-action in favore di tutti gli utenti siciliani dell' energia, ed è già stato pubblicato sul sito ww.codacons.it il modulo per aderire all' azione collettiva e presenterà un ricorso al Tar del Lazio volto a bloccare i rincari. L' Autorità per l' energia, nel motivare gli aumenti tariffari, ha denunciato speculazioni da parte dei grossisti, parlando di «strategie anomale adottate da diversi operatori sul mercato all' ingrosso dell' energia elettrica che hanno portato a un rilevante aggravio di costi per il sistema».



Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: ENERGIA, CLASSACTION
Parole chiave: aumenti , luce, gas, tariffe , class action
Testate: La Sicilia