Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ECONOMIA & FINANZA - Comunicati stampa
mercoledì, 15 marzo 2017

mercoledì, 15 marzo 2017

COMMERCIO: ISTAT, A GENNAIO +1,4% SU MESE, TOP DA 5 ANNI




CODACONS: DATO INGANNEVOLE, CRESCITA MENSILE DOVUTA SOLO A NATALE DISASTROSO. SU BASE ANNUA VENDITE CONTINUANO A CALARE


Il dato diffuso oggi dall’Istat sulle vendite al dettaglio di gennaio è per il Codacons “ingannevole”, perché lascia presumere un incremento degli acquisti da parte dei consumatori che in verità non c’è stato.
“La crescita delle vendite non si è affatto verificata, per il semplice motivo che su base annua il dato è ancora in calo, con una riduzione del -0,1% - spiega il presidente Carlo Rienzi – L’incremento sul mese precedente pari al +1,4% è del tutto fittizio, perché il paragone è con dicembre che ha fatto segnare consumi natalizi disastrosi e vendite in picchiata. A pesare poi sono anche gli effetti del maltempo sui listini degli alimentari, che hanno fortemente condizionato il dato delle vendite al dettaglio di gennaio: non a caso rispetto all’anno precedente l'Istat rileva un aumento dell'1% in valore ma una diminuzione dell'1,4% in volume. In parole povere – conclude Rienzi – si compra di meno ma si spende di più”.




Sezioni: Comunicati stampa
Aree: ECONOMIA & FINANZA
Parole chiave: vendite , istat, commercio, carlo rienzi