Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
TELEFONIA - Rassegna Stampa
giovedì, 21 febbraio 2008
Il Gazzettino

giovedì, 21 febbraio 2008

Fistarol "sgonfia" le bollette

Il parlamentare si era fatto portavoce delle tante denunce giunte al Gazzettino, chiedendo interventi in Commissione Fistarol "sgonfia" le bollette L'Antitrust impone a Telecom di non staccare le linee.  Codacons avvia una class action È anche grazie alle decine di segnalazioni raccolte dal Gazzettino di Belluno e portate sul tavolo della commissione Attività Produttive della Camera dei deputati dal parlamentare bellunese Maurizio Fistarol se l'Antitrust ha deciso di accogliere le proteste dei consumatori Telecom, bloccando l'iniziativa della compagnia di telefonica di tagliare la linea telefonica a quanti si rifiutano di pagare gli addebiti in bolletta per telefonate satellitari mai effettuate.  E per quelli che si sono visti disattivare la linea, Codacons avvierà una class action, ovvero un'azione legale collettiva. Gli interessati possono contattare il numero di emergenza 178.44.02.358.Sono stati decine, anche nel Bellunese, gli utenti che si sono visti recapitare bollette con importi da capogiro. Altrettante le denunce arrivate all'Autorità tra novembre/dicembre 2007 e gennaio 2008. "La commissione - spiega Fistarol - ha fatto due cose: ha chiesto un'audizione con l'Autority ed ha presentato una risoluzione in un cui si auspicava l'intervento dell'autorità stessa". Sabato, in una riunione straordinaria, l'Antitrust, come già riferito domenica, ha deciso di "disporre che Telecom Italia sospenda i distacchi delle linee" come "misura cautelare" nell'ambito di un'istruttoria avviata lo scorso febbraio nei confronti dell'azienda che fattura le telefonate contestate per conto di altre società che forniscono il servizio. Tra queste anche la Elsacom, società partecipata dallo Stato che, tra l'altro, offre i servizi di telefonia mobile satellitare Globalstar e di altre sette società: Globalstar Europe, Csinfo, Eutelia, Karupa, 10993 srl, Teleunit e Voiceplus. Sotto accusa sono finiti i cosiddetti dialers, i "compositori di numeri telefonici", una sorta di virus informatici, programmi che si installano sui computer all'insaputa degli utenti, durante la navigazione internet: l'Antitrust spiega che alterano "i parametri della connessione ad internet impostati sul computer dell'utente, agendo sul numero telefonico del collegamento e sostituendolo con un numero a pagamento maggiorato su prefissi internazionali satellitari o speciali". E questo senza che l'utente se ne renda conto se non al momento di pagare la bolletta. Dalle segnalazioni l'Antitrust ha rilevato come possibile "profilo di scorrettezza la circostanza che Telecom Italia, consapevole da tempo del fenomeno, non avrebbe fatto nulla per evitare il reiterarsi di tali condotte e, anzi, sostenendo la correttezza della fatturazione addebitata, pretenderebbe l'immediato ed integrale pagamento delle somme", e questo "paventando agli utenti, in caso contrario, il distacco della linea telefonica".


Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: TELEFONIA, COME DIFENDERSI
Parole chiave: addebiti ingiustificati, antitrust, belluno, clsaa action, maurizio fistarol, telecom, telefonate satellitari
Testate: Il Gazzettino