Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
VARIE - Comunicati stampa
sabato, 8 aprile 2017

sabato, 8 aprile 2017

GARDALAND: CODACONS CHIEDE ALLA MAGISTRATURA DI INDAGARE



EPISODIO GRAVE, SERVIZIO ELETTRICO DEVE ESSERE GARANTITO SENZA INTERRUZIONI. SI ACCERTINO RESPONSABILITA’






Un episodio grave per il quale la magistratura dovrà avviare le necessarie indagini. Lo afferma il Codacons, commentando quanto avvenuto oggi nel parco giochi Gardaland, dove diversi utenti sono rimasti bloccati sulle montagne russe a molti metri di altezza a causa di uno sbalzo di corrente.
Crediamo la magistratura debba intervenire per accertare le responsabilità connesse all’episodio – spiega l’associazione – Appare infatti anomalo che una interruzione improvvisa di corrente lasci i cittadini bloccati sulle attrazioni di Gardaland, alcune a dir poco estreme come le montagne russe. Nei parchi giochi il servizio elettrico deve essere costantemente garantito e senza alcuna interruzione, anche attraverso sistemi di alimentazione di emergenza, proprio per evitare che le giostre si blocchino creando disagi agli utenti e situazioni di potenziale pericolo.
Per tale motivo – prosegue il Codacons – chiediamo alla Procura di Verona di aprire una indagine sulla vicenda e fare chiarezza su quanto avvenuto.







Sezioni: Comunicati stampa
Aree: VARIE
Parole chiave: Gardaland, giostre, procura di verona, parco giochi