Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ECONOMIA & FINANZA - Rassegna Stampa
giovedì, 12 gennaio 2017
Corriere delle Alpi

giovedì, 12 gennaio 2017

Maltempo al sud aumentano i prezzi di frutta e verdura




BELLUNO Preziose per la salute, e tra un po', anche per il portafoglio. Nell' ultima settimana i prezzi di frutta e verdura sono aumentati alla velocità della luce a causa del maltempo che sta interessando il centro-sud. Particolarmente colpite le verdure coltivate in campo aperto - cavolfiori, finocchi, carciofi, broccoli e cappucci - e gli agrumi, che iniziano a scarseggiare. Resiste bene il radicchio proveniente dalla vicina Marca trevigiana. A Belluno da settimane non cade una goccia di pioggia, e tanto meno di neve, ma altrove la situazione è critica. Il centro Italia, da Roma in giù, è imbiancato: candide le spiagge della Puglia, gelide le notti della Basilicata. «In queste condizioni la raccolta degli ortaggi diventa difficile» spiega Andrea Dal Pont, presidente del Sindacato Alimentaristi Ascom, «e quindi i costi salgono». Il "borsino" ortofrutticolo vede, sul fronte degli ortaggi, un deciso rialzo di prodotti come cavolfiori, finocchi, carciofi, broccoli e cappucci, il cui prezzo al chilo è cresciuto anche del 30%. Rimangono stabili, per ora, i prezzi di costa, catalogna e spinaci. Ma, essendo coltivati in campo aperto, tenderanno ad aumentare. A salvarsi sono le verdure coltivate in Veneto, soprattutto quelle in serra come le insalatine da taglio. E il radicchio, in tutte le sue declinazioni. «Il radicchio viene sottoposto a particolari lavorazioni» spiega Dal Pont, «quindi è stato tagliato prima dell' arrivo del freddo». Meglio fare scorta di tardivo e variegato? «No, altrimenti il prezzo dell' ortaggio salirà. La cosa migliore è acquistare verdure nel giusto mix». Vale lo stesso anche per la frutta. A patire maggiormente il freddo sono gli agrumi, che arrivano per la maggior parte da Calabria e Sicilia. «Ora ce ne sono ma tra un po' sarà un problema trovarli» continua Dal Pont, «perché sono frutti molto acquosi e il gelo rischia di guastarli. Ora abbiamo ancora qualche scorta ma gli approvvigionamenti già ne risentono e se per ora non ci sono rincari, è probabile che in futuro il loro prezzo aumenti». Inutile sperare di puntare su prodotti bellunesi: al momento ci sono solo patate, e pure quelle stanno per finire. Un fenomeno, quello dell' aumento dei prezzi di frutta e verdura, che colpisce tutta Italia. Ma il Codacons, Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell' Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, vuole vederci chiaro e ha presentato un esposto a livello nazionale denunciando «speculazioni» su prezzi di frutta e verdura legate al maltempo. Il Codacons chiede di indagare su tutto il territorio nazionale per fare luce sui rincari, secondo l' associazione ingiustificati, dei listini all' ingrosso e al dettaglio per tutelare consumatori e agricoltori. (v.v.)



Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: ECONOMIA & FINANZA
Parole chiave: Maltempo , ortofrutta, prezzi
Testate: Corriere delle Alpi