Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
SANITA' - Comunicati stampa
venerdì, 2 dicembre 2016

venerdì, 2 dicembre 2016

MORTI IN CORSIA: CODACONS SI COSTITUISCE PARTE OFFESA E CHIEDE DI ESTENDERE INDAGINI



ACCERTARE RESPONSABILITA’ OSPEDALE E REGIONE. OFFRIAMO ASSISTENZA LEGALE AI PARENTI DELLE VITTIME







Il Codacons ha depositato questa mattina formale costituzione di parte offesa nell’inchiesta della Procura di Busto Arsizio per i gravi fatti accaduti all’Ospedale di Saronno, nell’inchiesta che vede imputati Cazzaniga, Taroni e altri soggetti.
La vicenda rappresenta una grave lesione dei diritti degli utenti della sanità pubblica, e getta ombre inquietanti sulle responsabilità di altri soggetti a tutti i livelli – spiega il Codacons – Per questo nella costituzione di parte offesa abbiamo chiesto alla Procura di estendere le indagini e verificare l’operato dell’ospedale e della Regione Lombardia, con particolare riferimento all’attività di vigilanza e controllo svolta da parte degli organi pubblici. Vogliamo capire se vi siano stati elementi o segnalazioni che potevano far nascere sospetti di anomalie nei decessi avvenuti presso l’ospedale di Saronno e, nel caso, come siano stati affrontati da chi aveva la responsabilità di vigilare ed evitare reati così gravi.
Il Codacons ha deciso inoltre di offrire assistenza legale ai parenti di tutti i soggetti che risulteranno deceduti a seguito dell’opera criminale dell’infermiera e del medico all'ospedale di Saronno, affinché siano disposti i dovuti risarcimenti morali.



Sezioni: Comunicati stampa
Aree: SANITA'
Parole chiave: Procura di Busto Arsizio, Ospedale , Saronno, Cazzaniga, Taroni , sanità