Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
SPETTACOLO & MODA - Comunicati stampa
sabato, 18 marzo 2017

sabato, 18 marzo 2017

MUSICA: SECONDARY TICKETING, +400% PREZZI PER ED SHEERAN



CODACONS: GUARDIA DI FINANZA INDAGA SU NOSTRA DENUNCIA PRESENTATA A FEBBRAIO. SU SITI SECONDARI BIGLIETTI VENDUTI A 525 EURO. PROSEGUE SPECULAZIONE A DANNO DI FAN E AMANTI DELLA MUSICA






I controlli e i sequestri eseguiti dalla Guardia di Finanza di Torino in merito al concerto di Ed Sheeran al Pala Alpitour nascono da un esposto del Codacons presentato lo scorso 3 febbraio alla Procura di Torino.
“Nella nostra denuncia avevamo segnalato come i biglietti dei concerti di Ed Sheeran a Torino fossero andati a ruba in pochi secondi sui canali ufficiali, per poi comparire a prezzi maggiorati sui siti di secondary ticketing – spiega il presidente Carlo Rienzi – Qui le tariffe raggiungevano livelli astronomici fino a 525 euro a biglietto, dando vita ad una speculazione inaccettabile a danno dei fan dell’artista e degli amanti della musica”.
“Abbiamo quindi investito della questione la Procura di Torino, chiedendo di aprire indagini in merito ai concerti di Ed Sheeran al Pala Alpitour affinché accertasse condotte illegali, e speriamo che i sequestri eseguiti ora dalla Guardia di Finanza possano fare luce sui responsabili di tale speculazione sulla pelle degli utenti” – conclude Rienzi.



Sezioni: Comunicati stampa
Aree: SPETTACOLO & MODA
Parole chiave: Guardia di Finanza, torino, ed sheeran, musica, concerti, biglietti, secondary ticketing