Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
TRASPORTI - Comunicati Stampa Consumernews
giovedì, 29 luglio 2010

giovedì, 29 luglio 2010

IL CODACONS: ORA AGLI AUTOMOBILISTI DEVONO ESSERE RESTITUITE LE MAGGIORI SOMME PAGATE

Il Codacons, che era intervenuto dinanzi al Tar del Lazio al fianco della Provincia di Roma, esulta per la decisione dei giudici che hanno bocciato gli aumenti dei pedaggi autostradali.
"Il Tar - spiega Rienzi - ha accolto totalmente la tesi del Codacons contenuta nell'intervento, ossia quella che solo chi usufruisce di un servizio deve pagare per il servizio medesimo. La decisione del Governo, invece, era abnorme, perchè imponeva agli utenti di finanziare con il proprio pedaggio strade che magari non avrebbero mai utilizzato nella loro esistenza'.
"Ora gli automobilisti hanno diritto ad ottenere la restituzione delle maggiori somme pagate dall'1 luglio ad oggi, comprensive degli interessi - prosegue Rienzi - A tal fine invitiamo gli utenti a conservare le ricevute rilasciate ai caselli, così da poter partecipare alle azioni risarcitorie che il Codacons sta valutando. Ancora una volta - conclude Rienzi - i giudici hanno dato una importante lezione di diritto ai nostri governanti, bocciando disposizioni sciagurate che avrebbero comportato un danno per i consumatori'.

 



Sezioni: Comunicati Stampa Consumernews
Aree: TRASPORTI
Parole chiave: automobilisti, autostradali, carlo rienzi, caselli, pedaggi