Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ECONOMIA & FINANZA - Rassegna Stampa
giovedì, 12 gennaio 2017
Corriere del Mezzogiorno

giovedì, 12 gennaio 2017

Prezzi alle stelle, indaga la Finanza Coldiretti: danni per 110 milioni




BARI Dopo l' aumento ingiustificato dei prezzi di frutta e verdure a causa del grande freddo scende in campo la guardia di finanza per fermare manovre speculative. È stato avviato un piano di intervento di intesa con la prefettura «al fine di verificare - si legge in una nota della Finanza - i corretti adempimenti amministrativi da parte degli esercizi commerciali nella vendita dei prodotti di largo consumo in seguito all' ondata di grande freddo che ha comportato la mancata consegna delle merci, provocando, in alcuni casi, un ingiustificato rincaro di frutta e verdura». Ieri mattina i finanzieri del comando provinciale hanno controllato commercianti al dettaglio partendo dalle bolle d' accompagnamento delle merci per stimare gli eventuali rincari e prendendo nota dei prezzi esposti sui banchi di frutta e verdura. «L' intento - spiega il comandante provinciale della guardia di finanza di Bari, il generale Nicola Altiero - non è quello di reprimere chicchessia, ma di svolgere un' azione preventiva. Vogliamo dare un chiaro segnala agli operatori economici: se hanno intenzione di elevare in maniera spropositata, ingiustificata, i prezzi, dovranno fare i conti con noi». A questo proposito il Codacons ha presentato un esposto in 104 procure denunciando le speculazioni sui prezzi di frutta e verdura. Coldiretti ha fatto una prima stima dei danni nelle aziende agricole e zootecniche, che «è superiore al momento a 110 milioni e il bilancio è tristemente destinato a salire». In 8 giorni, l' isolamento delle stalle in provincia di Taranto, secondo la Coldiretti, ha portato ad un danno di 500mila euro, sia per il calo del 30% della produzione di latte che per l' impossibilità a consegnare il latte munto.
 
 



Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: ECONOMIA & FINANZA
Parole chiave: maltempo, prezzi, frutta, verdura
Testate: Corriere del Mezzogiorno