Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
ECONOMIA & FINANZA - Rassegna Stampa
mercoledì, 11 gennaio 2017
Corriere del Mezzogiorno

mercoledì, 11 gennaio 2017

Prezzi alle stelle per la neve la Finanza avvia i controlli




I militari del comando provinciale di Bari della Guardia di finanza, d' intesa con la Prefettura, hanno avviato un piano d' intervento operativo di contrasto al «carovita» al fine di verificare i corretti adempimenti amministrativi da parte degli esercizi commerciali nella vendita dei prodotti di largo consumo in seguito all' ondata di grande freddo che ha comportato la mancata consegna delle merci, provocando, in alcuni casi, un ingiustificato rincaro di frutta e verdura. L' azione, svolta a carattere preventivo per la tutela dei consumatori, ha lo scopo di dissuadere i commercianti dal mettere in atto manovre speculative irregolari in periodi di evidente criticità. Questa mattina i finanzieri hanno controllato commercianti al dettaglio e all' ingrosso procedendo anche alla verifica delle bolle d' accompagnamento delle merci per stimare gli eventuali rincari prendendo poi nota dei prezzi esposti sui banchi di frutta e verdura. «L' intento - spiega il comandante provinciale della Guardia di finanza di Bari, il generale Nicola Altiero - non è quello di reprimere chicchessia, ma di svolgere un' azione preventiva. L' alveo è quello amministrativo. Noi, rafforzando la nostra presenza come polizia economico-finanziaria, vogliamo dare un chiaro segnala agli operatori economici: se hanno intenzione di elevare in maniera spropositata, ingiustificata, i prezzi, approfittando del periodo di criticità dovuto alle abbondanti nevicate, dovranno fare i conti con noi». L' esposto di Codacons Il Codacons ha presentato un esposto a 104 procure della Repubblica di tutta Italia denunciando le intollerabili speculazioni sui prezzi di frutta e verdura registrate in questi giorni e legate al maltempo. «Le condizioni meteorologiche avverse che hanno interessato le regioni del centro-nord stanno avendo pesanti ripercussioni sui listini dell' ortofrutta all' ingrosso e al dettaglio - spiega il Codacons - In sostanza, come già avvenuto in passato, schizzano alle stelle i prezzi di numerosi prodotti ortofrutticoli venduti nei mercati o presso gli scaffali dei supermercati, e i rialzi vengono giustificati con il maltempo che ha interessato le coltivazioni e la riduzione delle produzioni. Nella realtà, tuttavia, la maggior parte dei prodotti oggi in vendita è stata raccolta nelle settimane scorse, quando cioè non vi era alcuna emergenza neve e freddo. Addirittura vengono spacciate per nazionali frutta e verdura provenienti da paesi esteri, allo scopo di poter rincarare i prezzi con la scusa del maltempo».
 



Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: ECONOMIA & FINANZA
Parole chiave: Guardia di finanza, maltempo, prezzi, ortofrutta
Testate: Corriere del Mezzogiorno