Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |
www.carlorienzi.it
Segui il Codacons su Facebook Segui Carlo Rienzi su Facebook
Il Codacons su Twitter
Da leggere...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo 'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
Il tuo 5X1000 al Codacons
Servizio Civile Nazionale con il Codacons
Collabora con il Codacons
VARIE - Rassegna Stampa
lunedì, 9 agosto 2010
Asca

lunedì, 9 agosto 2010

RACKET: TORNA QUELLO DEL 'CARO ESTINTO'. CODACONS, TANGENTI DA 350 EURO  
 
 

(ASCA) - Roma, 9 ago - Torna il racket del ''caro estinto''. Un video choc, girato in alcuni ospedali nel milanese dall'associazione Sos Racket e Usura e diffuso in queste ore, mostra in azione infermieri e addetti delle pompe funebri negli ospedali mentre danno vita all'estorsione cercando di consigliare ai cittadini con un parente fin di vita alcune imprese funebri. Il Codacons ricorda alcuni numeri spiegando ''il racket del caro estinto e' diffuso in tutta Italia''. Gia' nel 2001, spiega l'associazione dei consumatori, ''scoppio' uno scandalo a Torino, nel 2008 scoppio' prima a Bari e poi gia' a Milano, dove evidentemente nulla e' cambiato. Successivamente era esploso a Caserta e Reggio Emilia''. Per questo l'associazione di consumatori chiede di ''avviare indagini in tutti gli ospedali d'Italia ed invita i parenti contattati a presentare denuncia alle forze dell'ordine. Troppo spesso infermieri, centralinisti o personale delle camere mortuarie di ospedali si affrettano a chiamare le loro pompe funebri amiche in cambio di una tangente che, secondo una stima del Codacons, varia, in media, da 150 a 350 euro, a seconda della citta' e del costo complessivo del funerale''. Il Codacons ''avvisa i consumatori che questi funerali, con tangente incorporata, costano mediamente il 30 % in piu' rispetto al normale. Ecco perche' l'associazione invita i parenti dei defunti a non accettare mai l'offerta di agenzie funebri che si presentano come avvoltoi, senza essere state esplicitamente chiamate. Anche in queste situazioni drammatiche occorre avere il sangue freddo di dire un 'no' deciso''. Il Codacons ricorda, infine, che ''sul caro estinto non si sono ancora recepite le indicazioni dell'Antitrust che nel maggio del 2007 aveva evidenziato gravi distorsioni del mercato e che auspicava una netta separazione tra le gestioni pubbliche delle camere mortuarie e dei cimiteri e le attivita' commerciali delle onoranze funebri. E' necessario vietare per legge che gli ospedali o i comuni, per garantirsi un'entrata, affidino a una societa' di onoranze funebri la cura delle camere mortuarie o la gestione dei cimiteri''.
 



Sezioni: Rassegna Stampa
Aree: VARIE
Parole chiave: agenzie funebri, antitrust, bari, camere mortuarie, caro estinto, caserta, cimiteri, funerale, imprese funebri, infermieri, milano, onaranze funebri, ospadali, pompe funebri, racket.. e altre
Testate: Asca