Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
SANITA' - Comunicati stampa
giovedì, 5 gennaio 2017

giovedì, 5 gennaio 2017

ROMA: DONNA INCINTA ATTENDE ORE AL PRONTO SOCCORSO E PERDE BIMBO



CODACONS: EPISODIO GRAVE, CHI HA SBAGLIATO PAGHI. PRONTI A COSTITUIRCI PARTE CIVILE






Ancora un grave episodio sconvolge il settore della sanità romana, con una donna incinta che, secondo quanto ricostruito oggi dai quotidiani, avrebbe perso lo scorso 19 dicembre il proprio bambino dopo due ore e mezza di attesa al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni.
“Ancora una volta la sanità della capitale è al centro dell’attenzione della magistratura – afferma il vicepresidente Codacons, Giovanni Pignoloni – E’ intollerabile che oggi una madre incinta possa perdere il bambino in attesa di una visita medica, per di più all’interno di un ospedale. In questa vicenda, poi, gli errori sembrano essere molti, a partire dalla mancata diagnosi della gestosi di cui soffriva la donna. Attendiamo che la magistratura svolga i dovuti accertamenti e, se dovessero emergere errori od omissioni, ci costituiremo parte civile contro i responsabili, affinché chi ha sbagliato paghi” – conclude Pignoloni.



Sezioni: Comunicati stampa
Aree: SANITA'
Parole chiave: San Giovanni, ospedale , Giovanni Pignoloni , sanità, pronto soccorso