Il nostro sito utilizza i cookie. Per continuare la navigazione devi accettare il loro utilizzo.
Accetto
Info
Partner Gruppo Markonet
Non ingoiate il rospo
Cerca |

DA LEGGERE...
'Difendetevi! Manuale di sopravvivenza del consumatore' di Carlo Rienzi - Edizioni Cairo
'DISSANGUATI? La guida pratica per la tutela del consumatore' a cura del Codacons - ED. DE AGOSTINI
OSSERVATORIO TV - Comunicati stampa
domenica, 12 ottobre 2014

domenica, 12 ottobre 2014

TV : RAI E MILENA GABANELLI DENUNCIATI ALL’AGCOM, ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA E ALL’ORDINE DEI GIORNALISTI



LA RAI PRESENTA IL SERVIZIO DI REPORT DI QUESTA SERA COME “ LA PRIMA VOLTA CHE SCHETTINO RACCONTA LA SUA VERITA’ SUL NAUFRAGIO”. MA IL COMANDANTE SCHETTINO HA GIA’ RACCONTATO LA SUA VERITA’ AL CODACONS TV

PARTE IL BOICOTTAGGIO DEI TELEUTENTI AL CANONE RAI STANCHI DELLE BUFALE CHE VENGONO AMMANNITE ORMAI ANCHE DAI “MIGLIORI” GIORNALISTI




 
Una diffida al Dg Rai Luigi Gubitosi e alla giornalista Milena Gabanelli è partita oggi e sarà seguita domani da un esposto all’Autorità per le comunicazioni, all’Ordine dei giornalisti  e alla Procura della Repubblica di Roma per la pubblicità ingannevole fatta dalla RAI per lanciare la puntata di Report di questa sera. Lo annuncia il Codacons, che spiega:
la paladina dei diritti dei cittadini Milena Gabanelli evidentemente, quando si tratta di guadagnarsi il pane, non bada a mezzucci che fanno vergogna a chi fa della correttezza e trasparenza verso i teleutenti una missione di vita, così come a qualsiasi giornalista non affamato di scoop basati su falsita’ evidenti e vergognose.
Nella presentazione della puntata di stasera, infatti, la RAI dice un clamoroso falso:  “REPORT DI QUESTA SERA: LA PRIMA VOLTA CHE SCHETTINO RACCONTA LA SUA VERITA’ SUL NAUFRAGIO”. E ciò fa alla ricerca di uno squallido scoop ai danni di una piccola emittente, CODACONS TV, che da un mese trasmette – e lo farà anche stasera alla stessa ora di Report alle 22.10 – sia sul canale del digitale terrestre 695 che sul web in tutto il mondo sul sito www.codacons.it, l’ intervista esclusiva al comandante Schettino con la sua verità sul naufragio e che è stata già vista da milioni di telespettatori e con oltre un milione di visite sul web in 28 paesi nel mondo.
Il CODACONS dunque si chiede: se siamo arrivati al punto che anche la Gabanelli ha bisogno di ammannire “bufale” ai telespettatori e minestre riscaldate, non sarebbe almeno giusto non pagare più l’odiato canone?



Sezioni: Comunicati stampa
Aree: OSSERVATORIO TV, CODACONS TV
Parole chiave: rai, report, milena gabanelli, codacons tv, costa concordia, schettino